Partenza: Piuro (SO)
Durata: 1:30 andata
Altitudine: 1024 m
Dislivello: 631 m
Difficoltà: Medio facile
Presenza Acqua:
Rifugio: Sì, cani NON ammessi
Note: Preparate i polpacci

DESCRIZIONE ITINERARIO

Savogno è un piccolo borgo montano di origine medievale, incastonato nella Val Bregaglia. Un luogo davvero magico dove si respira l’atmosfera di un tempo, raggiungibile solo a piedi attraverso un’antica mulattiera a scalini, proprio come si faceva una volta.

Chi ci è già stato può testimoniare che questo trekking è particolarmente indicato a chi vuole rassodare il… lato B diciamo… Già, perché a quanto dicono i gradini di questa mulattiera sono ben 2.886. Non li abbiamo mai contati, ma ci fidiamo!

Prima che abbandoni la lettura ti diciamo subito che non sono così faticosi da affrontare, come sicuramente starai immaginando. Sono gradini in pietra smussati dal tempo e molti di questi sono bassi e quasi impercettibili.

Ti abbiamo convinto? Se ancora sei qui, vuol dire che hai intenzione di affrontare questa escursione… bene, allora proseguiamo!

PUNTO CONSIGLIATO PER LA PARTENZA

Il punto di partenza di questa escursione è Borgonuovo di Piuro, per l’esattezza nella frazione di S. Abbondio raggiungibile accedendo a una stradina sulla sinistra delle famose Cascate dell’Acquafraggia.

Non le conosci? Allora al ritorno ti suggeriamo una sosta per uno sguardo più da vicino. Sono veramente molto spettacolari, soprattutto nelle stagioni più calde quando si caricano d’acqua. Sappi però che come tutte le cose belle e facilmente accessibili, sono prese d’assalto.

Ma torniamo al nostro itinerario. Una volta localizzate le cascate, prendi la stradina asfaltata sulla sinistra e segui le curve in leggera salita fino ad arrivare a un parcheggio. Qui potrai lasciare liberamente la tua auto.

TAPPE E DURATA DEL PERCORSO

Dopo aver fatto il pieno alla borraccia nella fontanella, inizia a salire gradino per gradino sulla mulattiera vicino alla segnaletica.

Dopo circa 15 minuti arriverai a un bivio con una cappelletta, prosegui dritto costeggiando il muretto a secco. Di tanto in tanto incontrerai alcune baitelle in pietra e delle deviazioni per Dasile ma rimani sempre sul sentiero che porta a Savogno.

Poco dopo inizierai a sentire il suono dell’acqua che si riversa nel fiume, continua il tuo cammino fino a un ponte in legno con una bellissima cascata sulla tua sinistra.

Dopo aver scattato qualche foto d’obbligo, superato il ponte e seguendo le bandierine bianche e rosse dipinte sui sassi, addentrati nel bosco.

Manca poco all’arrivo ed ecco un altro bivio, entrambe le strade portano a destinazione ma per non sbagliare segui sempre le indicazioni per la strada panoramica che conduce a Savogno.

Cammina lungo il sentiero che costeggia le mura della chiesa ed eccoti arrivato!

Vicino alla chiesetta c’è il Rifugio Savogno dove purtroppo i nostri amici non possono entrare ma, se la giornata lo permette, potrai ugualmente sostare sui tavoli esterni.

Dopo aver esplorato ogni angolino di questo bellissimo borgo medioevale, ti consigliamo di proseguire il tuo cammino per altri 10 minuti fino a Dasile e raggiungere uno splendido punto panoramico su Chiavenna.

Il sentiero è davvero breve e molto semplice. Segui la stradina che parte da sotto il rifugio e si spinge sulla destra. Oltrepassa il piccolo cimitero, scendi verso il ponticello di legno e prosegui su una stradina ciottolata a gradini. Supera la cappelletta e dopo pochi minuti arriverai a una croce in legno e a un vasto pascolo. Di fronte a te, il borgo di Dasile e sulla tua sinistra, alla bandiera, il punto panoramico sulla valle.

EQUIPAGGIAMENTO INDISPENSABILE

Per affrontare questa escursione non occorre un equipaggiamento particolare ma basteranno delle comode scarpe da trekking e dei bastoncini per aiutarti sui gradini in discesa e non forzare troppo sulle ginocchia.

CONSIGLI PER IL NOSTRO AMICO A QUATTRO ZAMPE

Se vuoi alleggerire lo zaino puoi tranquillamente evitare di portare da bere per il tuo cagnolino perché lungo il percorso incontrerai diversi corsi d’acqua, fontanelle e una pozza con acque limpidissime tanto amata dalla nostra Luna.

Come già detto purtroppo al Rifugio Savogno non è consentito l’accesso ai nostri amici ma potete ugualmente accomodarvi sui tavoli all’esterno.

PANORAMA

FATICA

APPREZZAMENTO DI LUNA

TORNA AGLI ITINERARI