Partenza: Preda Rossa (SO)
Durata: 2.00 giro ad anello
Altitudine: 1945 m
Dislivello: 200 m
Difficoltà: Facile
Presenza Acqua:
Rifugio: No
Note: Pass per Preda Rossa 10€

DESCRIZIONE ITINERARIO

Quella che ti proponiamo qui è una passeggiata adatta a tutti, in uno dei luoghi che amiamo di più della Val Masino: la piana di Preda Rossa.

Si tratta di un semplice giro ad anello in un’immensa distesa pianeggiante abbracciata dalle montagne. Tra queste primeggia il Monte Disgrazia e più a destra le rosse cime dentellate dei Corni Bruciati. Un vero paradiso preso d’assalto dagli appassionati di fotografia nella stagione autunnale dove la natura dà il meglio di sé.

L’obbiettivo è puntato sulla vegetazione tinteggiata dai colori caldi che caratterizzano questo periodo dell’anno e sul fiume Duino grazie al suo curioso aspetto, maggiormente apprezzabile dall’alto. Un sinuoso serpente argentato che attraversa tutto il fondo valle.

Siamo certi che anche il tuo amico a quattro zampe apprezzerà questa passeggiata. Qui la nostra Luna dà sfogo a tutta l’energia che ha in corpo. Corre senza sosta per i prati e si tuffa nel fiume sfidando le acque gelide. Solo la gioia di vederla così felice, vale il prezzo del biglietto.

E di “biglietto” si parla veramente, perché l’accesso giornaliero a questa meravigliosa valle è limitato a 50 auto. Questo potrebbe essere scocciante ma vedi il lato positivo: poca gente, più silenzio e tranquillità. In montagna è sempre cosa gradita!

Puoi acquistare il pass dal costo di 10 euro e prenotare il tuo accesso, su questo sito https://www.valmasino.travel/.

PUNTO CONSIGLIATO PER LA PARTENZA

Una volta munito di pass, puoi raggiungere Preda Rossa partendo dal comune di Filorera in Val Masino, risalendo la lunga e tortuosa strada che attraversa la Valle di Sasso Bisolo.
Arriverai a un grande spiazzo sterrato dove lasciare l’auto.

TAPPE E DURATA DEL PERCORSO

Dal parcheggio segui le indicazioni che si inoltrano nella piana sulla destra. Cammina sulle comode passerelle in legno che attraversano il prato e continua a seguire la traccia che si addentra nel bosco.

Man mano che si prende quota il panorama si fa sempre più spettacolare e rivela l’aspetto particolare del sinuoso fiume. Dopo una salita mai troppo impegnativa, eccoti arrivato in fondo alla valle dove si trova la seconda piana di Preda Rossa.

Se hai ancora energie da spendere, puoi salire al Rifugio Ponti. Puoi saperne di più, leggendo l’itinerario scritto qui.

Per il rientro puoi ripercorrere lo stesso sentiero dell’andata oppure compiere un piccolo anello che ti permette di rientrare dal lato opposto della valle. Per fare questo, alla seconda piana, oltrepassa il ponticello in legno. Inizialmente la traccia non è molto evidente ma non ci si può perdere. Una volta scovato il sentiero giusto, la strada diventa larga e sterrata e costeggia il fiume fino ad arrivare al parcheggio.

EQUIPAGGIAMENTO INDISPENSABILE

Per questo itinerario saranno sufficienti delle scarpe da trekking. Per le giornate più assolate infila nello zaino una buona crema protettiva e un copricapo.
Non incontrerai fontanelle perciò portati da bere.

Lungo la piana non ci sono punti di ristoro. Se non sei un amante dei pic-nic sui prati, scendendo in auto puoi sostare al Rifugio Scotti dove anche i nostri amici a quattro zampe sono i benvenuti.

CONSIGLI PER IL NOSTRO AMICO A QUATTRO ZAMPE

Come potrai vedere dalle foto, si posso incrociare dei cavalli liberi al pascolo. Assolutamente innocui e abituati alle persone ma sono anche molto curiosi. Presta attenzione e tieni il guinzaglio a portata di mano per evitare che il tuo cagnolino spaventi i padroni di casa.

L’acqua nella valle di certo non manca quindi puoi serenamente alleggerire lo zaino e evitare di portare da bere per il tuo amico.

PANORAMA

FATICA

APPREZZAMENTO DI LUNA

TORNA AGLI ITINERARI